domenica 21 Aprile 2024

associazione culturale di Tutti i Colori Pino Torinese
di Tutti i Suoni2023-10-27T18:20:50+02:00

La scuola di musica

È iniziato un po’ per caso, con una chitarra e la voglia di trasmettere passione per la musica, per il “fare musica”. Abbiamo cercato i maestri, quelli giusti, e un po’ per volta la musica ha preso piede tra i nostri allievi, bambini, ragazzi, adulti, perché la musica non conosce età e si fa insieme, per stare bene. È passato un po’ di tempo, la nostra musica ogni tanto esce dalle nostre stanze e va per il paese, diverte e trascina, commuove e solleva. Noi ne faremo ancora “di tutti i suoni”… se vuoi puoi essere dei nostri!

di tutti i suoni - scuola di musica

di Tutti i Suoni prevede l’insegnamento di questi strumenti:

907, 2021

Nadia Badellino

Nasce a Bra il 1° luglio 1994, e manifesta la passione per il canto sin da bambina, quando in piedi sul divano canta le canzoni anni ’70 e ‘80 registrate sulle musicassette dei genitori.
A quattordici anni si iscrive al suo primo corso di canto presso un istituto musicale della zona, e prosegue con gli studi in canto moderno per una decina di anni con le maestre Olga Smeriglio, Rita Portera e Lorenza Giusiano.
Frequenta un corso di chitarra ritmica e uno di pianoforte, e consegue la certificazione di “teoria, lettura e dettato musicale – livello A” presso il Conservatorio G. Verdi di Torino.
Dal 2018 collabora con “Labirinto Musica” di Piero Vallero, sia in studio che live, e partecipa per due anni consecutivi in qualità di corista alla diretta televisiva “Kids Voice Tour” su RTS Channel Svizzera, condividendo il palco de “Le Rosey Concert Hall” e dell’Auditorium Stravinski di Montreux con Jermaine Jackson, Patrick Fiorì, Christophe Willem e altri artisti internazionali.
Sempre dal 2018 collabora con numerose band come freelancer, e dà vita a un duo musicale con Andrea Lotti (pianista, chitarrista e fisarmonicista) proponendo un repertorio che spazia dall’R&B, al pop, con riarrangiamenti in chiave lounge.

Il corso è aperto ad allievi di tutte le età e di tutti i livelli, dal principiante all’avanzato, con lezioni di 30 minuti per i bambini fino a 8 anni e di 60 minuti per tutti gli altri. Le lezioni possono essere singole o collettive (da 2 a 4 allievi).
Il programma didattico si articola in:

  • studio del solfeggio ritmico, della lettura e delle basi della teoria musicale.
  • studio della tecnica del tamburo, dagli elementi più basilari ( come impugnatura, movimenti), studio degli elementi legati alla marching band fino allo studio dei rudimenti e alla loro applicazione.
  • studio della coordinazione e dell’indipendenza degli arti.
  • analisi e studio degli stili musicali ( pop, rock, metal, funk, blues, jazz, latin).
  • applicazione e sviluppo degli elementi studiati attraverso l’esecuzione di brani musicali o all’esecuzione di marce o esercizi specifici.
209, 2020

Fabio Brunetti

Ha iniziato a studiare batteria a 6 anni sotto la guida dei maestri Bertolotti e Gandino. Successivamente ha frequentato i corsi di perfezionamento musicale insieme ai maestri Volpe e Fasano.
Lavora come batterista freelance e turnista. Fa parte della band di Chiara Dello Iacovo (secondo posto a Sanremo Giovani 2016) e collabora con vari studi di registrazione a Torino.
Segue un progetto di musica hard rock inedita: i Five Ways To Nowhere. Ha preso parte ad alcuni tour in giro per l’Europa con diverse band hard rock italiane. Nell’ultimo periodo è entrato a far parte del progetto di Ella, che propone rock dal sapore elettronico.
Ha una grande passione per l’insegnamento perchè per lui significa condividere la gioia della quotidiana scoperta dello strumento.

Il corso è aperto a tutti i livelli dai 6 anni in su, dal principiante all’avanzato.
Si valuterà un percorso di apprendimento a seconda delle capacità e alle aspirazioni che l’allievo/a vorrà raggiungere partendo dall’ acquisizione di una solida tecnica e delle nozioni teoriche di base per fornire i giusti strumenti durante il cammino. Si analizzeranno gli stili e le tecniche che hanno fatto la storia di questo strumento fornendo esempi, apprendendo brani ed esercizi per migliorare la manualità e la sensibilità musicale consultando manuali certificati e materiale fornito dal docente. Tutto questo cercando di mantenere sempre alto l’entusiasmo e l’interesse dell’ allievo/a verso la musica che è sì una disciplina ma anche un modo per esprimersi, condividere e divertirsi.

209, 2020

Elena Russo

Nata a Torino nel 1980, laureata in biologia all’università di Montpellier, Elena Russo dopo cinque anni di pianoforte si è dedicata allo studio del djembé e dei dumdum, del balafon e dello n’goni, sia con il maestro Bruno Genero sia effettuando numerosi viaggi in Gambia, Senegal e Burkina Faso. In seguito, con Nathalie Cora e Josh Doughty, si è specializzata nell’arpa tradizionale africana, la kora.
 Strumento a corde pizzicate, a metà tra un’arpa e un liuto, originario dell’Africa occidentale, la kora ha un suono ipnotico e avvolgente, per questo usato soprattutto nelle cerimonie importanti. Negli anni Elena Russo si è appassionata alla costruzione dei propri strumenti, kore, n’goni e djembé; questo le permette di realizzarli su misura, anche per altri musicisti, adeguando lo strumento alla grandezza della mano.

l corso prevede un percorso personalizzato che possa incontrare le esigenze e il gusto dell’allievo nello studio del repertorio e nelle molteplici possibilità offerte dallo strumento.
Per i più piccoli e per quanti iniziano da zero il repertorio viene scelto dal maestro e viene affrontato lo studio dei brani parallelamente a quello della teoria musicale e della tecnica.

209, 2020

Alberto Formichella

Nasce a Torino il 18 Giugno 1978 e incontra i tasti bianchi e neri della prima Bontempi qualche anno più tardi…
Le note del cantautorato italiano (Vasco, Dalla e De Andrè su tutti) e le ballad anglosassoni lo seducono e lo spingono a volerle riprodurre con la Bontempi e le altre tastiere poi sopraggiunte.
Si laurea in popular music al conservatorio Ghedini di Cuneo frequentando, tra gli altri, i corsi dei Maestri Fabrizio Barale, Rossana Casale, Paolo Costa, Riccardo Fioravanti, Lele Melotti, Bruno Mosso, Giorgio Secco, Riccardo Zegna ed in particolare studiando pianoforte con il Maestro Luca Scarpa.
Ha collaborato come pianista/tastierista in progetti pop, rock e cantautorali della scena torinese: Sendorma, Bandini, Mine Vaganti, Matteo Gorgoglione, Cado Nello Specchio e altri, alternando l’attività live di questi progetti a quella come pianista cantante in tributi cantautorali.
Attualmente frequenta, sempre al Ghedini, il biennio specialistico di Didattica Musicale.

Torna in cima